DIFFERENZIATA, GRAVI RITARDI

La Provincia di Frosinone ha predisposto da dicembre 2010 un bando che mette a disposizione per gli enti locali ben 4 milioni di euro, finalizzati all’attivazione e potenziamento della raccolta differenziata. Come mai il nostro Comune non ha ancora aderito al progetto? E perché non è stata inviata alla Provincia entro il 31 dicembre 2010 la certificazione relativa ai quantitativi di rifiuti prodotti nel 2009 con le relative percentuali di raccolta differenziata? Al posto della propaganda ci piacerebbe sentire come il sindaco e la giunta “fantasma” intendono affrontare l’argomento. Il nuovo piano di gestione dei rifiuti della Regione Lazio prefigura per gli enti locali, a partire dall’anno 2011, una percentuale minima di raccolta differenziata pari al 60%. Il nostro Comune, che presumibilmente ha una percentuale di raccolta differenziata vicina allo zero, per non incorrere in pesanti sanzioni economiche è, dunque, obbligato ad abbattere notevolmente e in tempi ragionevolmente bravi la percentuale di rifiuto “tal quale” conferito in discarica. Per questo invito l’Amministrazione ad attivarsi immediatamente e predisporre un progetto per l’impiego di questi fondi, entro i termini di scadenza già prorogati dal 28 febbraio al 30 marzo. A meno che i nostri grandi strateghi pensano di non averne bisogno. Mentre qualcuno dorme sulle poltrone del comune, altre realtà a noi vicine, come  San Giovanni in Carico o Villa Santa Lucia, dichiarano già percentuali di raccolta differenziata superiori al 70%. Viene da domandarsi: dov’è finita la trasparenza, l’efficienza e la partecipazione tanto decantata dalla maggioranza? Per contribuire fattivamente al progresso sociale del nostro territorio è ormai necessaria una rivisitazione del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti. Un regolamento che possa anche prevedere  un sistema di tariffazione in grado  di far pagare meno il cittadino che ricicla di più e che produce meno rifiuti.

DIFFERENZIATA, GRAVI RITARDIultima modifica: 2011-03-16T09:19:18+00:00da pdlesperia
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “DIFFERENZIATA, GRAVI RITARDI

  1. guarda, mi spiece di doverti dare queste notizie così in anteprima…ma mi risulta che il progetto è stato presentato con largo anticipo, che ad Esperia sono stati assegnati 180000 ( euro più euro meno) euro, è stato fatto un appalto …ma questi soldi non si sono mai visti nelle casse comunali, fermi in provincia dall’entrata in carica dell’amministrazione Iannarilli!!! tutto documentato …perciò, caro permettimi una citazione:
    “ma stai a parlà o stai amove le recchie?”

Lascia un commento